Io e Holloway


In casa da sola con un gatto…gattino tecnicamente perche’ ha solo sei mesi, gattone in sostanza perche’ lo definirei “notevolmente grande per la sua eta e particolarmente voluminoso”. Me lo avessero detto un anno fa’, non ci avrei mai creduto, io che sono stata cresciuta e pasciuta a campi sterrati, spiaggie e cani. Eppure, dopo solo due giorni abbiamo gia’ acquisito le sembianze di una piccola famiglia e assorbito le dinamiche di una coppia ben organizzata. Dobbiamo assestare qualche dettaglio in realta’…. tipo: Cercare di dormire tendenzialmente negli stessi momenti delle 24 ore, preferibilmente di notte! Non certo perche’ io voglia essere dispotica, piu’ che altro dormendo in ufficio potrei apparire poco efficiente.
Ad ogni modo, stamattina, dopo avere affrontato una mattinata all’insegna della perfetta organizzazione con Holloway (il gatto, appunto) ed essermi assicurata di aver lasciato tutto in ordine: stacca l’elettricita’, controlla i fornelli della cucina, chiudi luci e finestre; mi avvio verso la metro, soddisfatta perche’ “faro’ anche le corse, ma sono in tempissimo, anzi in anticipo addirittura!”
Insomma, poi alla fine, non va affatto male, gestisco bene la situazione! Posso anche gestire un gatto! Non saro’ fresca come una rosa, ma mi difendo bene.
Arrivo in ufficio dopo avere affrontato il freddo spietato di una mattinata fortunatamente assolata e sfodero il migliore dei sorrisi: “Morning!” Ed e’ quando la mia collega con aria un po’ divertita mi chiede, “Tired?” che tutte le mie convinzioni cominicano a traballare. “Just a bit, but I’m ok it is because I’m looking after a friend’s cat and we are spending a lot of time together!” Non credo di averla convinta, mi guarda con aria un po’ compassionevole e inizia a chiedere dettagli, io la butto sul leggero. Sicura di me e delle mie abilita’ organizzative. Alla fine lei sorride per gentilezza, io capisco ed istintivamente replico : “Do I look tired?” Senza indugio “Yes!”. Ah! Forse non sono poi cosi’ convicente! Le proprie convinzioni a volte ingannano.
Sorrido. Non mi addormentero’ certo in ufficio oggi e sai che c’e’… stasera ci ridero’ su’. Con Holloway!

Annunci

3 thoughts on “Io e Holloway

  1. Quando la sera cala e rientro in casa lavoro un po' al pc. Prima di uscire con gli amici per una birra e prima di andare a letto per essere riposato il giorno dopo. Vivo di fantasia per lavoro, davanti al pc per cercare "laverità". Sei molto lontana, Londra non è proprio dietro l'angolo, poichè se fossimo ad un kilometro di meno gia potrei partire per conoscere chi è che quando leggo mi stupisce -elascia-, ke io frema all'immagine della perfetta descrizione dei tuoi pensieri.Una sola foto che non racconta molto ma anche tanto, è la sola cosa che conosco di te oppure, ormai, è la sola parte di te che conosco, che non conosco bene.Un solo kilometro di meno e non lascerei che i tuoi pensieri pensassero ad altro al di fuori di come è stata ieri sera in quel pub dal tipico accento inglese, quando non mi sono raccontato e ti guardavo; cosa ho detto, prima… saprei io come fare… se solo ci fosse un kilometro di meno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...