#AutumnLesson2: La lista del sabato

Oggi è sabato, ma sembra domenica. 

Decisamente domenica.

E io ho deciso che le liste sono l’unico modo che mi riesce per dare ordini ai pensieri, per non farmeli scappare. Quindi:

Mi lamento, ma il caos mi piace.

Mi piacciono le persone, ma anche lo spazio. Qualche volta ho solo bisogno di essere io da sola con lo spazio. Ridefinisco le forme di quello che mi sta intorno e amo ancora di più le persone, dopo.

Ci sono giorni che la musica affossata nei cassetti del passato ritorna, bellissima, ma anche giorni delle nuove scoperte.

Sto leggendo due libri insieme e “non si fa”, ma ormai li ho iniziati e va bene anche accumularne tanti ancora da leggere, anche se mi sembra di essere sempre in ritardo. Bando all’angoscia dell’accumulo, potrebbero improvvisamente servirmi, potrei improvvisamente diventare veloce nella lettura o più avida e allora sarebbe importante averne subito a portata di mano.

Ognuno è fatto a modo proprio e le domande non servono a cambiare le persone, solo a capirle nel migliore dei casi e ad irritarle nel peggiore.

Se corri tutto il tempo e ti piace, è solo perché il sabato mattina ti svegli con lentezza, ma sopratutto con la persona che più di tutti ti mette il bello nella vita.

Io canto quando sono in giro, perché non mi regolo con le cuffie degli auricolari.

Cercare parcheggio per un amico e perdere qualche minuto,  alle volte, è una cosa bella e non solo la perdita di qualche minuto.

Se sei bravo a far vivere le piante, queste ti daranno un sacco di gioia. A me, prima o poi, dovrà riuscire. Spero.

Ho perso le federe dei cuscini. Eppure ce le avevo a pochi centimetri dal naso.

La gente eccede con l’egocentrismo e così finisce che si perde il senso di tutto, ma anche di sé.

Troppe star. Del nulla. Sarà stata colpa della troppa tv che abbiamo visto da bambini.

Domani corro 10 km, forse, pare piova e pare ci sarà freddo. Un anno fa non mi sarebbe neanche parso possibile. 

Vorrei avere un talento, rosico proprio perché vorrei avere un talento. Non tanti: uno. Ma serio però.

Ho messo il piumone, arriva la stagione in cui si chiudono le finestre e si ascolta la casa. 

Benvenuto freddo.

Annunci

2 thoughts on “#AutumnLesson2: La lista del sabato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...